Modifiche alle regole 2019

Nel 2019 in tutto il mondo sono entrate in vigore nuove regole del golf. Si tratta della più ampia revisione delle regole da oltre 30 anni. Abbiamo riassunto le principali modifiche per voi.

 

Please note that copying text and images from this website is not permitted. However, you may provide a link to this website or use our rules poster as a PDF (see the bottom of the page).

 

Tempo per la ricerca (Regola 18)

Prima il tempo disponibile per cercare una palla era di cinque minuti.

Adesso il tempo massimo per la ricerca è di soli tre minuti.

Buono a sapersi: in passato la maggior parte delle palline si trovava entro tre minuti, pertanto la modifica alla regola non dovrebbe influire negativamente sugli score.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 12.

Palla mossa durante la ricerca (Regola 7)

Prima, generalmente il giocatore incorreva in un colpo di penalità se muoveva la sua palla durante la ricerca.

Adesso un imprevisto come questo non comporta penalità.

Buono a sapersi: durante la ricerca nell’erba folta, è possibile usare piedi o bastoni senza conseguenze. La palla deve essere rimessa dov’era.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 12.

Identificare la palla (Regola 7)

Prima bisognava informare un compagno di gioco prima di alzare la palla per dargli la possibilità di osservare la procedura.

Adesso non siete più tenuti ad informare un compagno di gioco.

Buono a sapersi: per evitare malintesi, è tuttora consigliabile avvisare i compagni prima di alzare la palla.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 12.

Palla provvisoria (Regola 18)

Prima era consentito giocare una palla provvisoria solo prima di andare avanti* a cercare la palla originale (*si poteva andare avanti solo di 45 metri).

Adesso potete giocare una provvisoria anche dopo aver cominciato la ricerca della prima palla.

Buono a sapersi: ora che il tempo per la ricerca è stato ridotto a tre minuti, questa regola diventa praticamente irrilevante.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 34.

Lunghezza di un bastone (Definizione)

Prima, per misurare la lunghezza di un bastone, si poteva utilizzare uno qualsiasi dei propri bastoni.

Adesso, per misurare la lunghezza di un bastone, fa riferimento il bastone più lungo che avete in sacca, eccetto il putter.

Buono a sapersi: per misurare non è pertanto più consentito usare i putter “extra-lunghi”.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 6.

Droppare (Regola 14)

Prima la palla doveva essere droppata dall’altezza della spalla.

Adesso dovete droppare dall’altezza del ginocchio.

Buono a sapersi: se per abitudine avete droppato dall’altezza della spalla, non vi preoccupate; alzate la palla e ridroppatela correttamente senza penalità.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 6.

Palla infossata (Regola 16)

Prima il giocatore poteva ovviare solo se la palla si era infossata in un’area accuratamente rasata.

Adesso potete droppare senza penalità una palla infossata in qualsiasi parte dell’area generale, compresi semi-rough e rough.

Buono a sapersi: le palle infossate in un bunker o in aree di penalità devono tuttora essere giocate come si trovano.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 15.

Buche di animali (Regola 16)

Prima il giocatore poteva ovviare solo da buche di animali scavatori, rettili o uccelli.

Adesso è stata eliminata la restrizione ad alcune specie di animali e potete ovviare senza penalità da buche e tracce di scavo di qualsiasi animale (eccetto insetti e vermi).

Buono a sapersi: per buche di animali s’intende le buche che sono state scavate, comprese le tracce di scavo (le orme, per esempio nel bunker, non sono sufficienti).

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 16.

Green sbagliato (Regola 13)

Prima il giocatore non poteva giocare la sua palla da un green sbagliato ma poteva prendere lo stance sul green sbagliato per eseguire il colpo.

Adesso dovete droppare senza penalità anche nel caso doveste prendere lo stance su di un green sbagliato.

Buono a sapersi: il punto in cui droppare è pertanto un po’ più lontano dal green.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 12.

Palla che colpisce il giocatore o l’equipaggiamento (Regola 11)

Prima, se il giocatore colpiva se stesso o il suo equipaggiamento, incorreva in un colpo di penalità.

Adesso, se ciò succede accidentalmente, non c’è penalità.

Buono a sapersi: non è comunque consentito posizionare l’equipaggiamento o usare il piede per fermare la palla.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 18.

Palla colpita due volte (Regola 10)

Prima s’incorreva in un colpo di penalità se il bastone si bloccava durante l’esecuzione dello swing e la palla veniva colpita più di una volta.

Adesso è considerato un imprevisto e non c’è penalità.

Buono a sapersi: anche se la palla è colpita due volte, conta un solo colpo.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 21.

Toccare la sabbia nel bunker (Regola 12)

Prima, salvo rarissimi casi, non era consentito toccare la sabbia prima del colpo.

Adesso, in pratica, è permesso toccare la sabbia accidentalmente. Non è tuttavia consentito: provare le condizioni, rastrellare la linea di gioco, appoggiare il bastone dietro la palla, toccare la sabbia durante uno swing di prova.

Buono a sapersi: ora quindi non è più necessario stare troppo attenti nei bunker, soprattutto quando non si è molto vicini alla palla.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 22.

Impedimenti sciolti (Regola 15)

Prima non era consentito toccare impedimenti sciolti nei bunker o negli ostacoli d’acqua.

Adesso potete sempre rimuoverli senza penalità, anche nei bunker e nelle aree di penalità (la nuova definizione degli ostacoli d’acqua).

Buono a sapersi: ricordate che nel rimuovere gli impedimenti sciolti la palla non si deve muovere.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 23 & 31.

Palla ingiocabile nel bunker (Regola 19)

Prima il giocatore aveva tre opzioni di droppaggio, ognuna con un colpo di penalità.

Adesso c’è una quarta opzione: potete andare indietro quanto volete e droppare fuori dal bunker. Così facendo, però, incorrete in due colpi di penalità anziché uno.

Buono a sapersi: è possibile usare questa opzione per evitare del tutto di giocare dal bunker, ma in genere non ne vale la pena.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 25.

Aree di penalità (Definizione)

Prima gli ostacoli d’acqua potevano essere marcati come tali solo se contenevano effettivamente acqua.

Adesso gli ostacoli d’acqua si chiamano aree di penalità e non devono necessariamente contenere acqua.

Buono a sapersi: ciò significa che i circoli possono decidere di marcare altre parti del campo come aree di penalità per permettere droppaggi laterali e quindi velocizzare il gioco.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 27.

Opzioni di droppaggio dalle aree di penalità rosse (Regola 17)

Prima, dagli ostacoli d’acqua laterali, era possibile droppare sul lato opposto rispetto al punto in cui la palla aveva attraversato per l’ultima volta il bordo dell’ostacolo.

Adesso gli ostacoli d’acqua laterali si chiamano aree di penalità rosse e non è più consentito droppare sul lato opposto.

Buono a sapersi: questa opzione era usata raramente e spesso non veniva capita (può però ancora essere consentita da una Regola Locale).

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 29.

Toccare il terreno e l’acqua nelle aree di penalità (Regola 17)

Prima non era consentito toccare il terreno o l’acqua prima di un colpo da un ostacolo d’acqua.

Adesso, quando giocate da un’area di penalità, potete appoggiare il bastone sia a terra sia nell’acqua.

Buono a sapersi: ricordate che in alcune zone c’è pericolo di alligatori.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 30.

Palla che si muove sul green dopo essere stata marcata e ripiazzata (Regola 13)

Prima, se la palla si muoveva dopo essere stata marcata e ripiazzata, doveva essere giocata dalla nuova posizione, sia nel caso si fosse mossa da sola, sia per effetto del vento.

Adesso dovete rimetterla nella posizione originale.

Buono a sapersi: la maggior parte dei giocatori inconsciamente rimetteva già la palla nella sua posizione originale, nonostante non fosse corretto. La nuova regola è, pertanto, più istintiva.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 38.

Palla sul green che viene mossa accidentalmente dal giocatore (Regola 13)

Prima, se sul green la palla veniva mossa accidentalmente, non c’era penalità solo in alcuni casi.

Adesso un imprevisto come questo non prevede penalità in alcun caso.

Buono a sapersi: se, per esempio, il bastone vi scivola dalle mani o eseguite uno swing di prova troppo vicino alla palla e, per questa ragione, la palla si muove, basta rimetterla dov’era senza penalità.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 39.

Riparare danni sul green (Regola 13)

Prima non era permesso riparare i danni sulla linea di putt, con alcune eccezioni come i pitch-mark e i segni delle vecchie buche.

Adesso potete riparare praticamente tutti i danni sul green, comprese le tracce di chiodi.

Buono a sapersi: ciò non significa poter liberamente lisciare la linea di putt, poiché le imperfezioni naturali fanno parte del gioco.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 40.

Non utilizzare il bastone per aiutarsi nell’allineamento (Regola 10)

Prima, per esempio, sul green era consentito appoggiare il putter a terra per allinearsi.

Adesso non potete più posizionare il bastone a terra per allineare il vostro stance.

Buono a sapersi: lo stesso vale per altri oggetti che potrebbero aiutare l’allineamento.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 39.

Il caddie non può aiutare il giocatore ad allinearsi (Regola 10)

Prima il giocatore poteva farsi aiutare dal suo caddie che, per esempio, si metteva dietro di lui sull’estensione della linea di putt e gli dava la direzione.

Adesso il caddie non può più mettersi dietro al giocatore per aiutarlo ad allinearsi.

Buono a sapersi: questa regola riguarda soprattutto i professionisti e interessa poco i giocatori di circolo.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 39.

Colpire l’asta della bandiera (Regola 13)

Prima la bandiera doveva essere custodita o rimossa poiché la palla non la poteva colpire giocando un putt.

Adesso non c’è penalità se colpite l’asta della bandiera, pertanto potete sempre lasciarla nella buca.

Buono a sapersi: le statistiche confermano che è sempre meglio lasciare l’asta in buca, perché aiuta ad imbucare.

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 42.

Palla ferma contro l’asta della bandiera (Regola 13)

Prima si doveva rimuovere l’asta per far cadere la palla nella buca.

Adesso, se parte della palla è sotto il bordo della buca, è considerata imbucata.

Buono a sapersi: in questo caso la palla è praticamente sempre considerata imbucata (si applica questa regola solo se la palla si è fermata; un putt sbordato non è considerato imbucato).

Vedi “Le Regole del Golf 2019”, pagina 43.

Dispositivi per misurare la distanza (Regola 4)

Prima erano permessi solo se espressamente stabilito in una Regola Locale.

Adesso è sempre consentito utilizzare dispositivi per misurare la distanza, a meno che non sia proibito da una Regola Locale.

Buono a sapersi: quasi tutti i circoli ne avevano già permesso l’utilizzo, pertanto questa regola non cambia praticamente niente.

Non avete voglia d’imparare tutto questo a memoria?

Nessun problema, con “Le Regole del Golf 2019 - Guida rapida e pratica” avrete sempre tutte le regole a portata di mano. Una guida facile da capire, basata su situazioni pratiche e con molte illustrazioni. Inoltre, le prime pagine contengono un riassunto delle principali modifiche alle regole, che vi darà un’idea generale per utilizzare al meglio tutte le nuove procedure per ovviare.

-    Bestseller mondiale, tradotto in oltre 20 lingue
-    Più di 2 milioni di copie vendute
-    Raccomandato dalle associazioni di golf

La guida di regole da usare in campo: “Le Regole del Golf 2019 – Guida rapida e pratica”, di Yves Ton-That, ISBN 978-3-906852-27-0, 52 pagine, con oltre 180 illustrazioni a colori, rilegata a spirale, EUR 14.95, Artigo Publishing International

Ordina ora

iGolfrules (in inglese)

Disponibile anche come applicazione per iPhone. iGolfrules risponde in un baleno alle vostre domande sulle regole e visualizza la corretta soluzione in un massimo di tre click. Un arbitro virtuale sempre al vostro fianco, che vi aiuta a sfruttare le regole a vostro favore e a seguire le varie procedure possibili per ovviare. Raccomandato da Apple.

Scarica su App Store (in inglese)

Disponibile anche in versione video-riassunto (in inglese)

Abbiamo riassunto in un video le 20 più importanti modifiche alle regole in vigore dal 2019. Yves Ton-That, arbitro e autore del bestseller “Le Regole del Golf - Guida rapida e pratica”, vi conduce attraverso le nuove regole e vi spiega tutti i cambiamenti in modo facile da comprendere. Buon divertimento!

Guarda il video

Locandina “Regole 2019”

Tutti i principali cambiamenti sono riassunti in questa locandina di cinque pagine, che i circoli possono stampare e appendere in bacheca. È anche possibile pubblicare il PDF sul sito istituzionale del circolo o inserirlo nella newsletter. Il suo utilizzo è libero, purché non venga ridotto o modificato in alcun modo.

Scarica il PDF

Presentazione per i corsi di regole

Il vostro circolo sta pensando di organizzare una serata sulle nuove regole? Allora potrebbe interessarvi la nostra presentazione PowerPoint. Le 25 principali modifiche spiegate in 75 pagine, ampiamente illustrate in modo facile da capire – rendendone estremamente semplice l’insegnamento.

Prova la versione demo